martedì 29 maggio 2012

Cimeli: i miniassegni.

In fondo a un cassetto Teresa ha ritrovato un po' di "miniassegni". I più giovani non li hanno mai visti.
Simili ad assegni circolari di piccolo taglio, furono ideati dalle banche per sopperire alla forte carenza di monete metalliche.

domenica 27 maggio 2012

Nessuna vittima per il nucleare di Fukushima, forse è così.

Secondo alcuni studi seri (al momento solo preliminari), le radiazioni nucleari fuoriuscite dalla centrale nucleare di Fukushima a causa dello tsunami non avrebbero causato fin ora alcuna vittima (i risultati degli studi sono ancora preliminari). Per avere sostenuto questa tesi l’amministratore delegato di Ansaldo Nucleare, Roberto Adinolfi, qualche settimana fa è stato sparato alle gambe in un attentato terroristico.

Purtroppo invece nel circuito dell'informazione prevale il sensazionalismo, il pregiudizio acritico, la propaganda interessata. Ricordo per esempio le immagini terrificanti di quella tragedia utilizzate con spregiudicata efficacia da Adriano Celentano per confezionare un videoclip di propaganda antinucleare in vista dei referendum di giugno del 2011, trasmesso da Michele Santoro in Annozero.




(da un'idea di Luciano)

venerdì 25 maggio 2012

Il senno di poi.

Dice un famoso proverbio: "Del senno di poi, son piene le fosse". Ma qui vogliamo ricordare che c'è chi il senno lo ha avuto anche in tempi non sospetti, come qui, qui, oppure ancora qui.

(di Angelo Furnari)

mercoledì 23 maggio 2012

Vent'anni: una vita.

Vent'anni sono una vita. Ci sono giovani adulti che quel giorno non c'erano. Non sanno. Non possono ricordare. Non conoscono la sensazione d'impotenza, lo scoramento degli onesti. Non immaginano l'angoscia delle loro madri e dei loro padri di fronte alla società che ne avrebbe accolto i figli. Giovani adulti che non provarono la rabbia, esplosa ai funerali a San Domenico e poi trasformatasi in reazione civile: "Le loro idee camminano sulle nostre gambe". Giovani adulti che hanno studiato quei giorni nei libri di storia, hanno chiesto agli insegnanti ed ai genitori, hanno accolto navi antimafia, e che oggi hanno gambe e spalle forti per portare avanti le idee di verità, giustizia e legalità.
(di Angelo Furnari)


lunedì 21 maggio 2012

Ma come siamo inflessibili con i lavoratori della Fiat.

I lavoratori della ex-Fiat di Termini Imerese intendevano arrivare a Palermo per manifestare a difesa del loro posto di lavoro, ma Trenitalia non li ha fatti salire sul treno poiché sprovvisti di regolare biglietto.

Nessuno ha voluto sentire le loro ragioni, purtroppo non si trattava di tifosi ultras, altrimenti qualche sindaco si sarebbe intenerito e avrebbe pagato il biglietto per loro, né di violenti dipendenti Gesip che lanciano tegole dal tetto del Municipio, o che "sequestrano" i consiglieri comunali per "convincerli" a votare come dicono loro, altrimenti si sarebbe mosso perfino il padreterno per venire loro incontro.

No, purtroppo per loro, si tratta solo di persone che vogliono lavorare.

domenica 20 maggio 2012

E il mitico Ruoppolo approdò su Rai2.


Qualche tempo fa avevo parlato di Angelo Ruoppolo, giornalista di Teleacras famoso anche per la sua voce dal timbro molto particolare. Adesso è arrivato su RaiDue, ospite del Trio Medusa.

domenica 13 maggio 2012

L'amnistia non risolve i problemi strutturali della giustizia.

Il ragionamento dei radicali parte da una premessa sacrosanta: le condizioni del nostro sistema giudiziario sono drammatiche, i processi hanno una durata insopportabile, la maggior parte dei reati rimane impunito, chi si può permettere i migliori avvocati riesce facilmente a fare arrivare la prescrizione, e in questa situazione qualunque velleità di investire e creare lavoro e benessere è fortemente scoraggiata. La conseguenza è che gran parte dei detenuti è ancora in attesa di giudizio.
Fatta questa premessa, arriviamo alla soluzione dei radicali: l'amnistia.

Io credo che un'amnistia risolve le situazioni di coloro che oggi si trovano in carcere (anche quelli che hanno commesso reati), ma non affronta la radice del problema che, passato qualche tempo, si ripresenterà tale e quale. Una politica degna di questo nome dovrebbe invece porsi l'obiettivo di una giustizia rapida, efficiente, garantista e soprattutto equa, l'esatto contrario della direzione delle varie riforme ad personam.




sabato 5 maggio 2012

Previsione definitiva: Orlando e Ferrandelli al ballottaggio.

Nell'ultima previsione Orlando consolida la prima posizione ai danni di Ferrandelli e, soprattutto, di Costa, costretto a cedere la seconda posizione al candidato del PD. Vedremmo, per la prima volta nella storia della città, due candidati provenienti dal centro sinistra contendersi la carica di primo cittadino.
A lunedì.

P.S. Ricordo ancora che non si tratta di un sondaggio, ma di una media delle previsioni formulate da un gruppo di partecipanti (le "regole" stanno qui).

Scova l'errore: la grande abbuffata.


(di Angelo Furnari)

giovedì 3 maggio 2012

Teoria e pratica.

In teoria, il parcheggio sarebbe irraggiungibile, causa divieto; in pratica, ci passano tutti.
(di Angelo Furnari)





martedì 1 maggio 2012

Terza previsione: Orlando accelera e passa in vantaggio.


Si intensificano le campagne elettorali dei candidati e, nella percezione media dei partecipanti alla previsione, Orlando continua a progredire fino a superare con un solo balzo i due diretti antagonisti. Tra questi ultimi, Costa continua a prevalere su Ferrandelli, ma il distacco, già risicato, si erode ulteriormente.

P.S. In considerazioni delle richieste di chiarimenti che mi sono pervenute da alcuni amici, ricordo che si tratta di una media delle previsioni formulate settimanalmente da un gruppo di partecipanti (le "regole" stanno qui).