giovedì 25 novembre 2010

Quando Berlusconi prometteva di pulire la Campania.

Estratto da una "Lettera di Berlusconi alle famiglie campane" pubblicata in grande evidenza sul Giornale il 19 marzo 2008, a poche settimane dalle elezioni politiche.

"Il primo impegno del prossimo governo sarà liberare Napoli e la Campania dalla montagna di rifiuti sotto la quale la classe dirigente del Partito Democratico - Prodi, Bassolino, Iervolino - le hanno sepolte.
Se avremo la responsabilità del governo, affronteremo questa sfida dal primo giorno di lavoro a Palazzo Chigi.
La catastrofe è talmente grande da rendere impossibile previsioni certe sui tempi necessari per riportare la situazione alla normalità".

7 commenti:

Angelo ha detto...

Ormai è un format: se fa una promessa si può star certi che sotto sotto c'è un tornaconto:

http://www.repubblica.it/politica/2010/11/25/news/cosentino_city-9475279/?ref=HRER1-1

Gorillik ha detto...

La colpa è di voi mistificatori della sinistra che avete lasciato un buco di bilancio incolmabile.

Antonio Lo Nardo ha detto...

E ora questo governo è a caccia di buchi da colmare (di immondizia).

Angelo ha detto...

Evito qualsiasi battuta sull'esperienza del governo riguardo ai buchi...

Gorillik ha detto...

Del governo non saprei, del suo presidente senz'altro.
Non vorrei calcare la mano, ma la parola della "verifica parola" che mi è apparsa è: DINGULU.

Angelo ha detto...

Ho sempre avuto il sospetto che la "verifica parola" leggesse nel pensiero...

Antonio Lo Nardo ha detto...

Google sa tutto di noi.