domenica 25 dicembre 2011

La manovra Monti in due minuti.

Per chi è interessato a capire l'essenziale della recente manovra, c'è questa ottima video-presentazione dei "Quattrogatti".

venerdì 23 dicembre 2011

Siamo ricchi e nessuno lo sa.

Sulla base del recente documento della Banca d'Italia la ricchezza delle famiglie italiane alla fine del 2010 ammontava in media a 356 mila euro.

Dopo essere cresciuto quasi ininterrottamente fino ai 384 mila euro del 2006, il livello della ricchezza media per famiglia ha cominciato a scendere, soprattutto sotto i colpi della crisi; la contrazione in questi 4 anni è stata del 7,4%.

Ma come si compone questa ricchezza ?
Ragionando sempre con i dati medi per famiglia, si scopre che
- le attività reali ammontano a 244 mila euro; si tratta per lo più di abitazioni;
- poi ci sono le attività finanziarie, cioè il risparmio detenuto presso banche, fondi comuni e assicurazioni, pari a 149 mila euro
Accanto alle attività ci sono infine 37 mila euro di passività, costituite per lo più dai residui ancora da pagare di mutui e crediti al consumo.

La consistenza apparentemente modesta dei mutui ancora da pagare non deve sorprendere più di tanto. Si tratta, come detto in premessa, di dati medi per famiglia, ed è ragionevole pensare che le famiglie indebitate siano un numero inferiore rispetto a quelle detentrici di beni immobili e depositi bancari, e ciò contribuisce ad abbassare la media. Il peso medio dei mutui sulle sole famiglie indebitate dovrebbe essere ben più elevato.

Riassumendo: da un lato oltre 390 mila euro di immobili e risparmi, dall'altro debiti per 37 mila euro. Per livello (medio) della ricchezza delle famiglie, il nostro Paese si colloca tra i più ricchi del mondo: la popolazione italiana rappresenta l'1% di quella mondiale, ma la sua ricchezza è pari al 5,7% della ricchezza di tutte le famiglie del mondo. La sua distribuzione è però caratterizzata da un elevato grado di concentrazione: come si vede dal grafico, il 10% delle famiglie detiene il 45% della ricchezza

lunedì 19 dicembre 2011

IdV vota contro la manovra: troppo comodo.

Italia dei Valori ha deciso di votare contro la manovra Monti, sulla quale il Governo ha posto la fiducia.
In questo modo ha voluto farsi interprete di tutti i mal di pancia degli elettori di centro sinistra che lamentano la scarsa presenza di equità nell'azione del Governo. Che la dose di equità presente nella manovra sia minima, appena sufficiente o manchi del tutto è questione che qui tralascio. Mi soffermo invece sulla posizione del partito di Di Pietro.

Di Pietro riconosce che l'atteggiamento di Monti, ancora poco incisivo nei confronti del poteri forti (evasori, titolari di frequenze televisive a gratis) sia il prezzo da pagare per conservare il sostegno del centro destra (in dipietrese si chiama "ricatto"), e sostiene che, se dovesse tornare indietro al varo del governo Monti, tornerebbe a votargli la fiducia "perché non v'è dubbio che è meglio veder rappresentare l'italia dal presidente del consiglio Monti, vederlo ai vertici internazionali dialogare da pari con Merkel, Obama e Sarkozy, piuttosto che l'ex presidente Berlusconi che ci faceva vergognare e ridere. Non v'è dubbio che è meglio confrontarsi con personalità come quelle attuali, piuttosto che con ex ministri inquisiti per fatti di mafia".

Bene, anzi benissimo. Insomma, il governo Monti è molto meglio di Berlusconi. Però sta facendo una manovra "iniqua, perché fa pagare il costo della crisi ai pensionati e non alle lobby finanziarie, a quelle persone che hanno iniziato a lavorare prestissimo e pensavano di andare finalmente in pensione, e non ci andranno perché i soldi per far quadrare i conti il governo è andato a prenderli proprio a loro invece che agli scudati fiscali e invece di fare la convenzione con la Svizzera, come Germania e Inghilterra, per prendere quei fondi dagli evasori che sono scappati e hanno nascosto i capitali in Svizzera dopo aver fatto falsi in bilancio e corruzione. Il governo ha preferito colpire i precari, piuttosto che eliminare i costi della politica o colpire i grandi evasori fiscali".

Però il governo ha posto la fiducia. Chi vota contro, boccia non solo la manovra, ma anche l'esistenza stessa del Governo. Siamo sicuri che IdV avrebbe votato lo stesso contro la manovra, se i suoi voti fossero stati determinanti ? Non è che, forse forse, si è riparato dietro il comodo paravento della posizione del PD per giocare irresponsabilmente con la demagogia ? Di Pietro in piazza a farsi bello, mentre il PD gli toglie le castagne dal fuoco.

Troppo comodo.

Mai come in questa occasione il comportamento del PD mi è sembrato invece esemplare: sostegno senza tentennamenti al governo che sta cercando di ripararci dalla bufera (che colpirebbe soprattutto i più deboli) e contributo al miglioramento dei provvedimenti in direzione dell'equità.

sabato 17 dicembre 2011

In difesa di Scilipoti.

Scilipoti ormai rappresenta il peggio della nostra classe politica: il trasformismo, la paraculaggine, la sfacciataggine, etc.
Personaggi come lui però rischiano di trasformarsi in una sorta di parafulmine di tutti i nostri vizi; diamo loro la colpa di tutti i nostri peccati, nella presunzione che, se non ci fossero loro, il mondo tornerebbe a essere perfetto. Succede con la figura di Berlusconi o, a Palermo, con il sindaco Cammarata.
Ma torniamo a Scilipoti. Nella foga di additarlo come un maleducato che insulta i cittadini, Repubblica non si fa scrupolo nel mettere in linea questo video dove il nostro (poco) onorevole viene tempestato di domande, ma è ripetutamente interrotto da cittadini esasperati, fino a costringerlo alla ritirata. E Repubblica, mascalzona, titola "Scilipoti parla con i cittadini, poi li insulta".


venerdì 16 dicembre 2011

Padano dell'anno.

Indovinate un po' chi c'è in testa alla classifica di "Padano dell'anno", secondo il sondaggio interattivo del quotidiano La Padania ? Ovviamente anch'io ho contribuito al successo.

giovedì 15 dicembre 2011

Un norma civile all'Assemblea Regionale.

La proposta presentata da Apprendi (PD) all'Assemblea Regionale Siciliana sulla creazione del "registro delle unioni civili" ha suscitato le inevitabili reazioni di chi vede, in questo semplice riconoscimento, uno scardinamento della famiglia tradizionale. Mi sfugge il passaggio logico (tra il registro e lo sfascio delle famiglie), ma cosi è.

Vale la pena quindi entrare nel merito di questa proposta e leggerne il contenuto. Lo ha fatto, per esempio, Francesco Palazzo oggi su Repubblica Palermo, riassumendo con molta efficacia le principali critiche da destra e da sinistra.

Estraggo da lì:

"si stabilisce che chiunque abbia raggiunto la maggiore età può designare, se vuole, la persona che può avere accesso presso le strutture sanitarie, pubbliche e private, al fine di portare assistenza e ricevere le informazioni da parte del personale sanitario".

Vorrei tanto capire cosa ci sia di così scandaloso, e soprattutto pericoloso per le famiglie tradizionali.

martedì 13 dicembre 2011

Ebook a colori ? Forse ci siamo.


Buone notizie da ebookreaderItalia per chi sta aspettando l'arrivo del colore prima di acquistare un lettore di ebook. Arrivano i nuovi dispositivi che adottano la tecnologia Mirasol, in grado di riprodurre i colori pur tenendo bassissimi i consumi di energia e senza affaticare la vista.

"Secondo Qualcomm un dispositivo dotato di schermo Mirasol può essere utilizzato per leggere senza affaticare la vista anche in ambienti esterni ed è in grado, all’occorrenza, di riprodurre video. Lo schermo Mirasol è bi-stabile come un e-ink, significa che una volta composta l’immagine il display per mantenerla visibile non necessita di alimentazione".
Il resto è qui.

giovedì 8 dicembre 2011

Where's Formigoni ?


Non so se avete presente "Where's Wally", un gioco che consisteva nel trovare un personaggio in mezzo ad un caotico disegno con tantissimi particolari.
Ecco, come nota NLQB, ripreso da PPR (cha ha messo la freccia sulla foto), il Giornale ha fatto una cosa simile per cercare di occultare la presenza di Formigoni alla Scala, e sbertucciare gli altri politici, rei di crogiolarsi nel lusso dopo aver imposto agli italiani sacrifici, lacrime e sangue.




giovedì 17 novembre 2011

Associazioni di idee.

Live Sicilia pubblica un'intervista a Fedele Confalonieri a proposito di Silvio Berlusconi e di Mediaset, e cosa ti va a combinare il meccanismo automatico di collocazione automatica dei banner pubblicitari ?
Ah, la saggezza di Google...

martedì 15 novembre 2011

lunedì 14 novembre 2011

Gli effetti del cattivo governo.


"Un diavolo simboleggia la Tirannide, sul quale volano Avarizia, Superbia e Vanagloria; della sua bestiale corte fanno parte Furore, Divisione, Guerra, Frode, Tradimento e Crudeltà. Ai suoi piedi la Giustizia legata è tenuta da un individuo solo (non dalla comunità). La città del Cattivo Governo è crollante e piena di macerie, perché i suoi cittadini distruggono piuttosto che costruire, vi si svolgono omicidi, innocenti vengono arrestati, le attività economiche sono miserabili. La campagna è incendiata ed eserciti marciano verso le mura. In cielo vola il sinistro Timore."

Tutte queste cose già si sapevano nel 1340, infatti questa è la descrizione, pubblicata su Wikipedia, dell'affresco "Allegoria ed Effetti del Cattivo Governo" che si trova nel Palazzo Pubblico di Siena nella Sala del Consiglio dei Nove e che si deve, assieme al ciclo di cui fa parte ("Allegoria ed Effetti del Buono e del Cattivo Governo") ad Ambrogio Lorenzetti.

Con la fine del governo Berlusconi è tempo di bilanci e può essere utile avere qualche criterio cui riferirsi.

(di Angelo Furnari)

giovedì 10 novembre 2011

Foto strane: un posto al sole.

Quando ti assale una voglia improvvisa e impellente di sole, non c'è niente di meglio che arrestare il motore dell'auto, parcheggiare in doppia fila, e sdraiarsi sul cofano.
(Visto sabato mattina nei pressi del Tribunale).

giovedì 20 ottobre 2011

Maroni garantista e giustizialista a giorni alterni.

Pensavo che si trattasse di un'esagerazione giornalistica, e invece è proprio così: il nostro Ministro dell'Interno si duole che "le norme delle attuali leggi non consentono azioni preventive nei confronti di chi è sospettato di voler partecipare a incidenti di piazza". Basta leggere, nero su bianco, la notizia pubblicata sul sito del Ministero.

Lo stesso ministro invece si professava ipergarantista di fronte alla condanna di Dell'Utri, da considerare, per carità di Dio, innocente fino alla sentenza definitiva.

Che strano, per alcuni non bastano le prove, per altri bastano i sospetti.

martedì 18 ottobre 2011

Il suicidio della politica (grande post di Gilioli).

Estraggo "D’Alema ha parlato per cinque colonne palesando inconsapevolmente che per lui il centrosinistra al governo non è un mezzo, ma è lo scopo. Quello che viene dopo, nelle nostre vite, con il centrosinistra al governo, per lui non ha nessuna importanza."

L'intero post è qui.

giovedì 13 ottobre 2011

Cercansi elettori palermitani di centrodestra.

Pomeriggio di lunedì scorso, a casa. Squilla il telefono.

- "Pronto ?".
- "Buonasera, sarebbe disposto a partecipare a un sondaggio sul gradimento del sindaco della sua città ?".
- "Chi siete ?".
- "Ah sì: Demopolis".
- "Va bene, iniziamo."
- "Bene. Ritiene che la sua città sia migliorata o peggiorata da quando è in carica l'attuale sindaco Cammarata ?"
- "Peggiorata".
- "Qual è il suo giudizio sull'operato del sindaco Cammarata ?".
- "Che possibilità di risposta ho ?".
- "Positivo, negativo, ...".
- "Negativo".
- "Lei in quale area politica si colloca ?"
- "Come posso dire ? Quali sono le risposte possibili ?"
- "Centrodestra, centrosinistra, cose così".
- "Mah. Centrosinistra".
- "Ah, allora ci scusi, ma l'intervista si chiude qui. Dobbiamo trovare più elettori di centrodestra perché al momento le quote sono troppo basse. Grazie e buonasera".
- "Buonasera".

Lo sforzo per aumentare le risposte di elettori del centrodestra non deve sorprendere più di tanto. Si tratta, a dire dell'intervistratrice, di un sondaggio sul gradimento del sindaco, e non sulle intenzioni di voto. Appare quindi corretto, date le premesse, cercare di formare sottocampioni adeguatamente rappresentativi allo scopo di produrre una stima affidabile dell'orientamento delle singole aree politiche.

L'aspetto interessante, dal mio personale punto di vista, è piuttosto il fatto che l'epilogo della conversazione rivela la difficoltà incontrata dall'istituto di sondaggi nella ricerca di elettori che si dichiarano di centrodestra.

Davvero stanno diminuendo le preferenze per il centrodestra oppure si tratta della classica ritrosia per il "coming out" ?

domenica 9 ottobre 2011

Ecco perché gli oroscopi sbagliano.

Ce lo svela la deputata del PDL Stefania Rizzoli.
Ecco un estratto: "Uno non nasce sotto il quadro astrale che hanno scelto per lui le stelle, ma sotto quello scelto dal ginecologo. Ecco perché gli oroscopi non ci pigliano più".

venerdì 7 ottobre 2011

Otto ore al pronto soccorso, e c'è da essere contenti.


Premetto che sto apprezzando il lavoro di risanamento della sanità regionale portato avanti, tra mille opposizioni, dall'assessore Massimo Russo. Dopo decenni di sprechi, privilegi, rendite di potere di piccoli e grandi politicanti-medici, intrecci perversi tra pubblico e privato, si sta finalmente cercando di mettere qualche controllo a questi enormi flussi di spesa pubblica.

Ed è scontato che, con questi tentativi, con questi tagli, c'è anche il rischio di intaccare il livello del servizio. Insomma, alla lunga vedremo i risultati.

Leggere però, sul Giornale di Sicilia di venerdì 7, che il Direttore del pronto soccorso dell'Ospedale Civico si dichiara soddisfatto per avere ridotto il numero medio delle ore di attesa dei pazienti da 23 a 8 (otto!) ore, fa imbestialire. Soprattutto nel giorno in cui il PD siciliano si sforza di illustrare i risultati posiviti dell'azione di riforma della sanità regionale.

venerdì 30 settembre 2011

mercoledì 28 settembre 2011

Obama avrà pensato: e questo chi è ?

Il nostro ineffabile Ministro degli Esteri pubblica trionfalmente sul suo blog una foto dove lo si vede mentre, imbucandosi tra la folla di un ricevimento, si avvicina al Presidente degli Stati Uniti e riesce persino a farsi toccare.
Il titolo del post è, molto modestamente, "Obama saluta Frattini".


Ma basta dare un'occhiata al video, come ha fatto il blog "Non leggere questo blog",per rendersi conto dell'attenzione dedicata da Obama al nostro Ministro.

giovedì 22 settembre 2011

I non-luoghi di Palermo.

Sarà che per farsi capire meglio è preferibile avvicinarsi quanto più possibile al linguaggio parlato.

Ma non è certo elegante, in un articolo del quotidiano cittadino, riferirsi per ben tre volte a Piazza Verdi con il termine che i palermitani adottano usualmente.


venerdì 16 settembre 2011

La grattachecca del rettore Frati.

In un paese serio sarebbe uno scandalo. Nel nostro staterello la cosa non esce dal confine delle notiziole curiose e dell'indignazione online. La notizia è questa: tra le domande contenute nei test d'ingresso al corso di laurea in professioni sanitarie dell'università La Sapienza di Roma, c'era:

"Nei pressi del noto Liceo Tacito di Roma si trova la "grattachecca di Sora Maria", molto nota tra i giovani romani. Sapresti indicare quali sono i gusti tipici serviti?
- Menta,
- limone,
- amarena,
- cioccolato...".


Scontate le reazioni indignate su Facebook. Meno scontata, ma sconcertante la risposta del rettore Luigi Frati, interpellato da un giornalista:

"Alla domanda sulla grattachecca avrebbe saputo rispondere anche un coglione".

I blog più acuti non hanno mancato di sottolineare la classe di risposte come questa, classe "degna di un premier (un premier nostrano, ovviamente)", prevedendo, per il futuro, "anche qualche quesito sul figlio di Briatore o sulle misure di Belen".

Questo professore universitario, d'altra parte, aveva già avuto in passato altre occasioni per sfoggiare tutta la sua classe, come per esempio nel corso di quest'intervista con Antonello Caporale su Repubblica a proposito delle accuse di nepotismo per l'assunzione all'Università della moglie, della figlia e del figlio ("E il merito, ahò il merito dove lo metti?").

martedì 13 settembre 2011

I cartelli beffa dell'INPS.



Davanti l'Ufficio Sanitario dell'INPS di via Maggiore Toselli campeggia un cartello che assicura: "... tutti i venerdì lo sportello per informazioni sui verbali sanitari sarà GARANTITO nei locali di via Laurana 59 dalle ore 8,30 alle ore 11" (il venerdì è l'unico giorno di ricevimento settimanale). Firmato: "Il Direttore Provinciale Domenico Busciglio."

Recatisi agli uffici di via Laurana 59, i cittadini-utenti hanno però una sgradita sorpresa. Un altro cartello dice che "dal 5/8/2011 lo sportello del venerdì dedicato esclusivamente alle informazioni sullo stato dei verbali sanitari rimarrà chiuso per tutto il mese". Firmato: "La Direzione".

In pratica "Chiuso per ferie dal 1° al 31 agosto", ma questa volta nessun dirigente ha voluto metterci la firma.

Angelo Furnari




mercoledì 7 settembre 2011

Linux baby sitter.

#! /bin/sh
while [1=1]
do
#eject cdrom
eject

#pull cdrom tray back in
eject -t
done


Ecco cosa ha realizzato un utente di ubuntu con queste poche righe di codice (e una cordicella):