giovedì 12 maggio 2011

Adinolfi su Pisapia, in stile Moratti.

Ci indignamo perchè la candidata di Berlusconi a Milano non esita a distorcere gravemente la verità pur di buttare fango su quel galantuomo di Pisapia.

Poi c'è Mario Adinolfi, noto blogger iscritto al Partito Democratico e, per il PD, già candidato alla segreteria nazionale, già membro dell'assemblea costituente, già membro della commissione statuto e della direzione nazionale, candidato (non eletto) alle politiche del 2008.

Ecco, il linguaggio oggi adottato da Adinolfi sul suo giornale online, riferito a Giuliano Pisapia, non mi pare molto diverso.

"...un vecchio comunista con un passato di contiguità con la sinistra peggiore, sostenuto anche dall'altra moglie dell'altro petroliere inquinatore (e, con la fregatura delle azioni Saras, anche altro)".

2 commenti:

Gorillik ha detto...

Del resto è quello che su facebook, parlando con i suoi amici, disse di Signorini (il direttore di Chi): mi fa una pippa a due mani quel frocetto!
Poi si scusò (arrampicandosi sugli specchi) dicendo che ce l'aveva con Alfonsina per come si stava comportando in quel periodo, difendendo il suo padrone...

Anonimo ha detto...

ed è pure lo stesso che si auto-scrive comunicati stampa autocelebrativi, vedi http://keko.posterous.com/top-35-opinion-leader-italiani-e-una-bufala