mercoledì 23 luglio 2008

Magnifico.

Ormai non ci provano neanche. L'elezione di Lagalla a rettore dell universita con 1640 voti su 2316 dimostra che anche i professori di sinistra hanno capito che è inutile mettersi in campo con idee proprie, con un proprio progetto; tanto vale farsi inglobare dolcemente dal vincitore.

Lagalla infatti non è proprio uno sconosciuto. E' appena reduce dalla sua esperienza di assessore regionale alla sanita (presidente Cuffaro): sotto la sua guida, le spese sanitarie sono lievitate, e con le spese, sono cresciute anche le tasse per i cittadini che devono farsi carico di turare i deficit.

Gli operatori della sanità siciliana ovviamente ringraziano. I professori universitari non sono fessi: forse lo hanno votato proprio per questo.

Qui le sue controargomentazioni.

1 commento:

Angelo ha detto...

Come dire... si sono INDIFFERENZIATI !