martedì 18 gennaio 2011

Moralisti a tempo perso.

Da LorenzoC:

"Le cose piccole sono lì a portata di mano e ci sono più familiari.
Per questo vi giustifico, voi lì, che oggi parlate di privacy e moralismo.
Voi che dovreste vivere in un piccolo paese di cinquemila anime.
E vedere il vostro sindaco ultrasettantenne che va in discoteca toccando il culo a ragazze giovani e minorenni.
..."


Il resto qui.

2 commenti:

Angelo ha detto...

Naturalmente, quelli di Spinoza.it si sono scatenati:

In comunità, Ruby si vantava con le altre ragazze: “Lo sapete chi conosco io?”. Ma lo conoscevano anche loro.

“Non ho mai pagato una donna in vita mia”. Dunque erano stagiste.

Il Giornale: “La Boccassini è un magistrato fuori controllo”. Vaglielo a spiegare che è così che deve essere.

Gorillik ha detto...

Siete invidiosi perché conducete delle piccole esistenze borghesi.
E perché i vostri sindaci vanno a trans.