giovedì 3 marzo 2011

Noise from Tremonti.

In un discorso all'Università di Brescia il nostro ministro Tremonti ha affermato che il Centro e il Nord Italia insieme sono piu' ricchi della Francia, della Germania, dell'Inghilterra, e che il Nord d’Italia è "la regione più ricca d’Europa e quindi del mondo”.

Ora, in primo luogo l’Europa non è da tempo la parte più ricca del mondo, per cui non basta essere l’area più ricca d’Europa per essere la più ricca del mondo.

Inoltre il PIL procapite del Centro Nord italiano è pari, nel 2009, a 29.399 euro, leggermente inferiore alla media relativa all’intera Germania (29.406 euro), compresi i Lander dell’est. Nel confronto con le regioni più ricche della Germania il divario diventa molto ampio: Amburgo 48.229 euro (il 64 per cento in più del nostro Centro Nord), Brema 40.529 euro (il 38 per cento in più), Hessen 35.731 euro, Bayern (che immagino sia la Baviera) 34.397 euro. Insomma non si vede proprio come il Centro Nord, nel suo complesso, possa essere considerato la regione più ricca.

Ma forse il ministro si riferiva a qualche area più limitata. Vediamo.

La nostra area più ricca è quella di Bolzano, il cui PIL procapite è di 34.421 euro, ai livelli della Baviera, ma molto al di sotto di Amburgo e Brema. Altre regioni italiane ricche sono la Valle d’Aosta (32.784 euro) e la Lombardia (31.743); sopra i 30.000 euro si trovano anche Trento e l’Emilia Romagna.

Ma tanto, l’importante è fare annunci eclatanti senza il supporto di alcun dato. Chi volete che vada a verificare i dati...

Tremonti non è nuovo a queste sparate. Le sue mirabolanti affermazioni sono fatte con tale sicumera che pochi si preoccupano di andare a verificare. Tra questi ci sono quegli economisti rompipalle di "Noise From Amerika" che agli errori, le banalità e le sciatterie del ministro "Voltremont" hanno addirittura dedicato un libro intero "Tremonti, istruzioni per il disuso".

La gustosissima introduzione del libro è disponibile qui.

(quasi interamente di josh71)

5 commenti:

Angelo ha detto...

Post di altissimo livello... europeo! Bravi!
E quando dice che "è l'Europa che ce lo chiede... per fronteggiare la crisi" per giustificare i tagli ai servizi sociali che invece già teorizzava ai tempi del primissimo governo Berlusconi?

Gorillik ha detto...

Si vede che avete parecchio tempo libero... :-)

Angelo ha detto...

Il malvagio fascino di Voltremont si alimenta proprio della "mancanza di tempo" degli interlocutori.
Come si dice nel post: "... l’importante è fare annunci eclatanti senza il supporto di alcun dato. Chi volete che vada a verificare i dati..."
Pertanto, l'antidoto consiste nel "trovare" quel tempo (o seguire chi lo ha trovato per noi):
http://www.youtube.com/watch?v=XO2wiNJwoOA

Antonio Lo Nardo ha detto...

Mitica la Gabbanelli. Comunque il suo posto è degnamente occupato da Iacona.

Josh71 ha detto...

Mi scuso per partecipare soltanto ora, dopo parecchi giorni dalla pubblicazione del post.
Rispondendo alla simpatica provocazione di Gorillik, uno dei compiti principali del nostro lavoro (mio e di Antonio) è seguire l'andamento dell'economia siciliana e italiana. Accorgerci quindi di quando Tremonti le spara grosse è inevitabile e, oserei dire, doveroso da parte nostra! Se non ce ne accorgessimo significherebbe che non facciamo bene il nostro lavoro.