martedì 20 settembre 2011

Lezione di vita (italiana) in cinque minuti.



E qui il commento dell'inarrivabile Concita.

5 commenti:

Gorillik ha detto...

Posto che l'Italia sia ancora una repubblica democratica fondata sul lavoro, cosa c'è di male se alcune fanciulle senza arte nè parte si dedicano al meretricio come forma di sostentamento, e per di più se ne vantino? Nulla di male, perché se c'è tanta offerta, vuol dire che c'è tanta domanda... ma qui la colpa non è solo di SB.

Antonio Lo Nardo ha detto...

Sai bene che il punto, almeno per quanto mi riguarda, non è il meretricio in sé, quanto piuttosto il fatto che siamo noi a sostenere le spese per il vecchio porco.

Gorillik ha detto...

Lo so, lo so, dicevo per quelli che si scandalizzano davanti alle parole di questa tizia... se ha deciso di vendersi a vecchi satiri affari suoi, che diventano giustamente nostri quando finisce che per ricambiare questi favori da letto tali persone vengono catapultate in parlamento o in televisione, a lavorare alacremente per il nostro rimbambimento. Se SB ha peccato originale, è quello relativo all'invenzione della tv commerciale.

Angelo ha detto...

Piuttosto che l'invenzione, secondo me il "peccato originale" è avere usato la tv commerciale per i suoi vizi; perché ormai mi pare chiaro che il "modus operandi" non è certo cominciato l'altro ieri.
A ben vedere anche nella tv commerciale il merito artistico è stato piegato al merito più antico del mondo.

Gorillik ha detto...

C'è una bella intervista a Ricci oggi sul Corriere, da cui si evince che l'idea di Drive In non era poi tanto piaciuta a Silvio...