giovedì 3 maggio 2012

Teoria e pratica.

In teoria, il parcheggio sarebbe irraggiungibile, causa divieto; in pratica, ci passano tutti.
(di Angelo Furnari)





4 commenti:

josh71 ha detto...

Be', in realtà dai cartelli sembra che sia vietato andare dritto (divieto di transito) e parcheggiare oltre il cartello, ma che per andare al parcheggio si debba girare a sinistra.

Antonio Lo Nardo ha detto...

Ma il parcheggio è lì sullo sfondo.
E l'unico modo per raggiungerlo pare proprio quello di proseguire dritto.
(per quello che vedo, siamo all'inizio di via Guccia, la viuzza tra piazza Aldo Moro e la Coop).

Angelo ha detto...

"Quoto" Antonio: a sinistra della freccia c'è il muro di una banca.

P.S.: è diventato impossibile scrivere commenti su questo blog tramite smartphone.

Gorillik ha detto...

Io non vedo nessuna contraddizione: i segnali stradali sono stati installati dal comune, quindi dal pubblico, mentre il segnale che indica il parcheggio è stato installato da un imprenditore locale, quindi da un privato. Ed è noto che in città come Palermo è sempre l'interesse privato che prevale, assorbendo quello pubblico...