lunedì 20 aprile 2009

Quando c'era Lui, caro lei.

Dal "Codice Hammurabi":

Posto che un costruttore abbia edificato una casa,
ma non abbia fatto salda la sua opera
e la casa che edificò sia crollata
e abbia ucciso il padrone di casa,
questo costruttore sarà ucciso.


(Citazione da "Focus-Storia" / Febbraio 2009)

10 commenti:

essec ha detto...

Soluzione un pò drastica ...... almeno una via di mezzo andrebbe più che bene.

Adolfo Cicala ha detto...

Caro Presidente,
come ha detto molto intelligentemente Lei, bisogna guardare al futuro!
Anch'io - come Lei - credo che non ci sia stato dolo; certo, qualche disattenzione può sempre capitare e la Storia ci insegna che anche nel passato capitava. Ma chi semina problemi non va mai avanti!

Il Futuro, ci vuole, ora che l'emergenza è finita e le persone sono contente e le scuole sono riaperte e le attività economiche sono riprese, c’è da pensare alla ricostruzione. Servono tanti soldi.

E’ per questo che mi permetto di sottoporLe, con infinita modestia, una mia idea. Ho pensato ad una sottoscrizione tra tutti i pensionati d’Italia.

Noi pensionati siamo sensibili alla solidarietà; conosciamo i sentimenti che agitano l’anima in vicinanza della morte.

Perciò, io credo che i pensionati d’Italia saranno felici di poter donare, per un certo periodo di tempo, un quinto (magari anche un quarto) della loro pensione per ricostruire le città dell’Abruzzo più grandi e più belle che prìa, contribuendo così alla grandezza della nostra Patria Immortale (e così speriamo anche di Lei, caro Presidente).
Suo Devotissimo

Angelo ha detto...

Questo Hammurabi doveva essere uno bravo.

Mik ha detto...

In che lista si porta, questo Hammurabi?
Io lo voto di sicuro!

Antonio Lo Nardo ha detto...

Lo candidiamo alle primarie.
Contro il signor Cicala.

Alcide Formica ha detto...

Sono rispettoso della tragedia che si è abbattuta su una parte del nostro Paese, ma non sono d’accordo con il mio parente Cicala. Sono i proprietari che devono sbracciarsi, non i pensionati. E nel dirlo, vado contro i miei interessi, perché, come ho già scritto altre volte, possiedo due case ed una cabina a Mondello.

Perché non rimettiamo l’ICI ? Anche solo per alcuni anni? Così chi possiede case, ville, palazzi, o quartieri, contribuirà alla ricostruzione di altre case, palazzi, quartieri. Questo semplice principio sarebbe chiaro e comprensibile a tutti e, di conseguenza, sarebbe cristianamente accettabile. Ossequi.

Adolfo Cicala ha detto...

Guardi, Egregio Signore, che io già ci ho pensato alla mia candidatura.
Ma, giustamente, al PdL non mi hanno voluto: bisogna far largo ai giovani, come dice sempre il nostro Presidente.

Ciononostante, voglio dare lo stesso il mio contributo (mai e poi mai nelle vostre liste comuniste) .

Così sono sceso in campo nella lista europea del PdI (Partito degli Impotenti).

Mik ha detto...

Impotenti per scelta o per colpa della crisi economica (che comunque sta finendo, l'ha detto pure il prof. Tremonti)?

Angelo ha detto...

L'idolo del Sig.Cicala è riuscito a far diventare grande un partito che si chiama "Popolo delle Libertà" e che si fonda proprio sulla negazione di queste ultime.

Dunque, con i mezzi opportuni, anche il "Partito degli Impotenti" potrebbe diventare il futuro astro del Potere.

Specialmente adesso che la crisi è già (quasi) un lontano ricordo (l'ha detto pure la dott.ssa Marcegaglia).

Angelo ha detto...

Acc... la ripresa è rinviata al 2010!

Si, però, anche lei (la Marcegaglia): fissare la data della ripresa a luglio! Ma, dai!!!
Poi c'è agosto, ci sono le ferie, come si fa? Se almeno avesse detto settembre!