mercoledì 8 aprile 2009

Sud delle Libertà.

A pochi giorni dalla "nascita" del nuovo PDL, rivediamo la forza del suo
insediamento delle regioni italiane. Ma guarda un po' quali sono le prime tre
regioni.

6 commenti:

essec ha detto...

Potrebbe essere l'indicatore del livello di m...a che ci sommerge?

Mik ha detto...

Cosa intendi per insediamento? L'indice di gradimento?

Angelo ha detto...

E' paradossale che, invece, l'orientamento politico del neonato "partito" privilegi le regioni del Nord.

E nulla potrà, credo, la "componente" di AN. Infatti, sappiamo che AN, dopo tanto penare, s'è sciolta. Anzi, s'è liquesa.

Antonio Lo Nardo ha detto...

Quella è la percentuale di voti alle ultime politiche.

Antonio Lo Nardo ha detto...

Sarà il fatto che il Nord ti dà i voti in cambio di una linea politica, il Sud te li dà in cambio di piccoli favori particolari.

Angelo ha detto...

Il terremoto ha "oscurato" mediaticamente la visita del Presidente Obama in Turchia ed il suo storico discorso al Parlamento di quel Paese.

La nuova amministrazione americana, tra l'altro, sponsorizza l'adesione della Turchia alla UE. Dunque, d'ora in poi la Turchia sarà sempre più vicina.

Un indicatore di quanto lo sia già all'Italia è costituito dai nomi di alcune forze politiche:

- "Partito per la Giustizia e lo Sviluppo" (46,7% - al governo): molti suoi esponenti provengono dal disciolto "Partito del Benessere";

- "Partito della Felicità" (2,3%, nessun seggio), erede del "Partito della Virtù";

All'opposizione ci sono (20,9%)il "Partito Popolare Repubblicano" alleato con il "Partito della Sinistra Democratica".

E non c'è altro, perché la legge elettorale (proporzionale) prevede
uno sbarramento del 10%.