mercoledì 16 settembre 2009

Il pensiero è come l'oceano, non lo puoi bloccare...

Le acrobazie del pensiero.

11 commenti:

Angelo ha detto...

Splendido titolo per questo post.

Altrettanto notevole (anche se facilmente abusato) il sottotitolo del blog citato:

"Ci sedemmo dalla parte del torto visto che tutti gli altri posti erano occupati" (una frase di Brecht).

Mik ha detto...

Sembra il verso di una canzone di Mogol-Battisti.

Antonio Lo Nardo ha detto...

Ci sei andato vicino: è uno dei versi di "Com'è profondo il mare" (Lucio Dalla).

Angelo ha detto...

Pare che in Germania, a proposito della probabile ri-elezione della Merkel, circoli la seguente battuta: "Soltanto se fosse sorpresa a rubare in un supermercato potrebbe perdere le elezioni".

Che dire? Il paragone sorge spontaneo...

essec ha detto...

Sono passato dall'ufficio ed ho visto il tuo "angolino" vuoto ......... poi mi hanno informato che hai oltrepassato ..... la manica .....

Mik ha detto...

E se corrompe un giudice la mettono sulla sedia elettrica???

Antonio Lo Nardo ha detto...

Un capo del governo che corrompe un giudice ? Ma che ti salta in mente ?

Mik ha detto...

I tedeschi sono sempre esagerati.
Sono loro che mi hanno spinto a pensare una cosa simile.
Un'assurdità palese!
Figuriamoci se la gente voterebbe un corruttore intriso di malaffare e di chissà quali altre porcherie.
Forse in Zambia, o in qualche repubblica dell'Asia...

Mik ha detto...

Oltre Manica?
Ecco spiegato quei collegamenti dalla Gran Bretagna...
Speravo di aver trovato nuovi fans all'estero.

Antonio Lo Nardo ha detto...

Il fatto è che ho sparso la voce anche qui.

Mik ha detto...

Bene facesti.
Te ne sono grato.
Ti darò il 10% sui futuri guadagni.