sabato 10 maggio 2008

Tolleranza zero.

La destra ha voluto scassare la giustizia per favorire i ricchi (falso in bilancio, rogatorie, legittimo sospetto); la sinistra ha preteso che venisse scassata non solo per i ricchi, ma pure per i poveri (indulto).
E adesso invocano tolleranza zero.

15 commenti:

Luca D. ha detto...

Quello che mi infastidisce è l'ipocrisia. Molte piccole e medie imprese riescono ad essere competitive grazie alla manodopera degli extracomunitari, dove essere clandestini per l'impresa è un valore aggiunto, in quanto permette al datore di pagare ancora meno la forza lavoro. Brescia e Mantova le città dove i clandestini sono più numerosi. Atteso che il mercato del lavoro si autoregola con la legge universale della domanda e dell'offerta, dove un eccesso di offerta ne abbassa il costo. Se l'Italia non dovesse essere più un paese accogliente per i clandestini questi andrebbero in altri paesi, depauperando la domanda di lavoro in Italia, aumentandone i costi, anche del nero. Ecco perchè penso che la legge Bossi Fini sia volutamente inefficace, perchè i primi a soffrirne, di un irrigidimento sui clandestini, sarebbero proprio gli imprenditori del produttivo nord leghista.

Tolleranza zero è uno slogan, forse basterà togliere il clandestino criminale, brutto e cattivo dai tg di raiset e tutto magicamente si sistemerà.

Antonio Lo Nardo ha detto...

Lo terranno ancora un po', per pompare sui primi provvedimenti demagogici, e poi il male magicamente scomparirà dai teleschermi.
Finiranno stupri, violenze e rapine in villa.
E i tg torneranno a occuparsi di "personal shoppers", di come passano le vacanze i ricconi, di billionaire.
E l'Italia sarà diventata un paese normale(izzato).
E l'opposizione ? dialogo, collaborazione...

Josh71 ha detto...

Proprio ieri, parlando a voce con alcuni di voi, ho detto in modo un po' provocatorio (ma neanche tanto) che a Palermo sopportiamo da vari anni un Sindaco di destra che però, di fatto, non è mai stato capace di seguire (almeno per l'ordine pubblico) una politica di destra. Gli zingari erano accampati alla Favorita ai tempi di Orlando e sono accampati sempre là anche oggi. Sia negli anni novanta sia ora ogni tanto si dice che il campo nomadi va spostato, ma nulla cambia. E questo è solo uno degli esempi dell'ipocrisia della politica di destra, inefficace come quella di sinistra nel garantire l'ordine pubblico.

Angelo ha detto...

Difatti è già cominciata una splendida retromarcia strategica: Maroni in conf.stampa con Alemanno ha ribadito il rigore nei confronti degli immigrati "ma ovviamente nel rispetto delle normative europee" (traduzione: i rumeni non si possono espellere e i diritti umani vanno salvaguardati).

Riguardo ai media: a leggere certi giornali vale di più una romana violentata da un rumeno, piuttosto che 10mila cinesi uccisi da un terremoto o 120mila birmani uccisi da un tornado.

Citazione illustre: "Sepolcri imbiancati". Così Gesù di Nazareth definiva gli ipocriti custodi delle scritture che, appunto, custodivano senza mettere in pratica.

Evelyn Beatrice Hall ha detto...

A proposito dell'Autore del testo, la Ragione ci consegna l'essenza della Democrazia: "Disapprovo quello che dite, ma difenderò fino alla morte il vostro diritto di dirlo" (The Friends of Voltaire, 1906)

Anonimo ha detto...

mah secondo me definire Cammarata sindaco di destra è dare dignità politica al nulla.

p.s.
l'ho conosciuto ed ho anche lavorato in medesimi contesti e quindi non ritengo giusto firmarmi

Anonimo ha detto...

ma già definire Cammarata sindaco....

Angelo ha detto...

Intanto, lo stipendio da sindaco lo percepisce...

Virus ha detto...

però dai...con 15 euro hai la ZTL per sempre!

Josh71 ha detto...

Sempre a proposito delle grandi capacità del Sindaco (?) Cammarata, come saprete improvvisamente ha deciso che il pass per le ZTL va pagato una sola volta e non va rinnovato ogni anno.
Bravo il Sindaco, meglio tardi che mai, direte voi. Ha capito che i cittadini hanno vissuto il rilascio dei pass come un sopruso e un inutile balzello e, da persona saggia e intelligente (?), ha fatto dietrofront.
Peccato che c'è un bel contratto d'appalto con la ditta toscana che gestirà i varchi alle ZTL che prevede un introito annuale derivante dal rinnovo dei pass. Chi ripagherà l'azienda toscana dei mancati ricavi? Sono milioni di euro che in un modo o nell'altro il Comune dovrà pagare. Insomma, al posto del rinnovo dei pass ci dovremo aspettare qualche aumento di altre tasse?
E bravo il Sindaco!

Angelo ha detto...

Non so se potrà aumentare le tasse per non far pagare il rinnovo del pass, visto che le dovrà già aumentare per coprire l'azzeramento dell'ICI sulla prima casa dei più ricchi!

Josh71 ha detto...

L'azzeramento dell'Ici sulle prime case dei ricchi (come fai capire tu stesso, quelle della gente con redditi normali erano già state esentate da Prodi) non costringerà Cammarata ad aumentare le tasse locali, perché lo Stato dovrà corrispondere ai Comuni dei trasferimenti finanziari equivalenti al mancato introito. Ovviamente sarà quindi Silvio a dover trovare la copertura finanziaria, attraverso la fiscalità generale nazionale.

Antonio Lo Nardo ha detto...

Ma questo è l'esatto contrario del federalismo.

Josh71 ha detto...

Ma da quando in qua dobbiamo aspettarci coerenza dalla politica italiana! L'importante è fare un po' di demagogia.

Angelo ha detto...

A Roma, TOLLERANZA ZERO contro i rumeni: la polizia municipale sequestra auto e camion senza assicurazione!!!

Ed il pass della ZTL l'hanno controllato?