sabato 15 agosto 2009

Ferragosto a Magaggiari.



Questo è lo stato della spiaggia di Cinisi dopo i tradizionali bivacchi della notte ferragostana. Accanto alla spiaggia pubblica, ridotta in queste condizioni deprimenti, i lidi privati sono perfettamente puliti e, a chi è disposto a spendere, offrono la possibilità di trascorrere la giornata in un'oasi di tranquillità.
Quasi una metafora dell'Italia.

5 commenti:

Mik ha detto...

Bene facesti.
Ho scattato delle foto mercoledì pomeriggio e la spiaggia era in condizioni simili.
Ma del resto avevo scattato delle foto anche l'anno scorso, con i medesimi risultati.
Mancano i contenitori, i cestini, e devo ammettere che la spiaggia è frequentata dalla peggiore feccia palermitana: basta osservare il genere di auto parcheggiate o sentire parlare questi bagnanti...

Angelo ha detto...

E' stato un attimo. Ed è stato più facile di quanto pensassi. Durante la consueta passeggiata serale sul corso principale, l'alieno mi ha avvicinato con affettata disinvoltura. Uno sguardo, un sussurro: "Connessioni?" ed è sparito.

Ho continuato a cercarlo fino a notte inoltrata, l'ho ritrovato. Un rapido scambio di battute ed eccomi qua, l'indomani, connesso clandestinamente alla rete, in un mondo che non conosce più la tecnologia avanzata.

In tutto l'Universo, "ad ogni proibizione corrisponde una reazione uguale e contraria".

Infatti, l'alieno mi ha detto che sono in molti a sfidare le ronde della e-police.

Acc... adesso devo scappare: a presto! scccccccc.....

Mik ha detto...

Angelo, stai attento: Loro sanno già che tu ti sei connesso al mondo reale!!!
Faranno di tutto per non farti andare via...

Josh71 ha detto...

Dispiace dirlo, ma anche nella bella spiaggia di Porto Palo di Menfi, bandiera blu europea, la situazione era simile. Che peccato.

Antonio Lo Nardo ha detto...

La settimana scorsa abbiamo trascorso una giornata a Menfi (lido Fiori), ospiti di amici.
Un vero paradiso: le dune di sabbia, l'acqua pulita, la spiaggia quasi deserta. Mi sentivo tornato in Sardegna.