giovedì 6 agosto 2009

La metro a Monreale ?


Discutibile ingresso modernista a rovine archeologiche.
Tutto chiuso e con cartacce varie sia fuori che dentro, per non parlare dell'armonizzazione estetica con il contesto.

(l'occhio attento è quello di Angelo)

4 commenti:

Josh71 ha detto...

Il Louvre dei poveri! A Parigi osano accostare moderno e antico, come appunto all'ingresso del Louvre con le famose piramidi di vetro accanto a imponenti palazzi antichi. Anche lì vi sono state varie polemiche su quersta scelta dell'allora Presidente Mitterand; nel caso di Monreale l'opera (se così possiamo chiamarla) non merita neppure le polemiche!

Mik ha detto...

Ci sta una "picata"...
Ma chi è l'architetto, Massimiliano Fuxias???
O forse è Renzo Piallo?

Angelo ha detto...

Dubito che c'entri un qualsiasi architetto. A Monreale "il tecnico" per eccellenza è "u 'ncignieri", cioè il geometra con lo studio avviato.

Il nostro autore è stato evidentemente influenzato dalla sua ultima vacanza a Parigi; forse se anziché al Louvre se ne fosse andato a Disneyland avrebbe fatto un danno in meno.

Mik ha detto...

Forse è una capsula per viaggiare nello spazio.