mercoledì 4 marzo 2009

Nuova eppure già in rovina.

I lavori per la ripavimentazione di una delle strade più eleganti della città (via Ruggero Settimo) erano appena terminati, avevano persino ultimato le strisce pedonali, e questi (le foto sono di ieri) sono già i primi segnali del deterioramento dell'asfalto.

L'errore è stato così evidente che stamattina sono stati costretti a stendere un nuovo strato di asfalto.

(il contributo è di josh71)

2 commenti:

Angelo ha detto...

Bisogna aggiungere che la nuova pavimentazione è quella "ordinaria", di colore nero.

Quella precedente era rossa e fonoassorbente. Era il risultato di una collaborazione tra l'Amia pre-Galioto e l'Università di Palermo: una mistura di asfalto ed additivi che garantivano la riduzione del rumore da rotolamento ed il colore rossastro.

Josh71 ha detto...

Un articolo del Giornale di Sicilia di un paio di settimane fa, preannunciando l'inizio dei lavori per la pavimentazione della via, affermava che l'Amia aveva deciso di non utilizzare più l'asfalto rossastro, perché si era rivelato di cattiva qualità, tanto che si erano formate nel tempo crepe e avvallamenti.
A giudicare dai risultati ottenuti dal nuovo asfalto, durato soltanto 2 o tre giorni, direi che era sicuramente meglio il caro vecchio materiale rosso e fonoassorbente.