giovedì 1 ottobre 2009

La grandezza dell'artista cancella lo stupro ?

L'ultima creazione di Giuseppe Tornatore sarà candidata all'Oscar. Auguri.
Però non me la sento di fare salti di gioia, dal momento che nello stesso giorno arriva la notizia che il regista di "Baarìa" ha firmato, insieme ad altri artisti del cinema nazionale e internazionale, un appello di protesta per la liberazione di Roman Polanski, regista polacco-francese recentemente arrestato perchè dichiarato colpevole, negli USA nel 1978, di avere avuto rapporti sessuali con una minorenne.

E c'è di più. Wikipedia ci informa che lo stesso tipino "era stato accusato di stupro sotto influenza di droghe, perversione, sodomia, atti lascivi nei confronti di un minore di 14 anni e cessione di droghe a un minore. Queste accuse furono stralciate secondo i termini del plea bargaining, ovvero una procedura simile al patteggiamento che, di fronte a una dichiarazione di colpevolezza, permette di non avviare il dibattimento e di ottenere sconti di pena. Per questi reati fu condannato, oltre a un versamento monetario alla vittima, a passare 90 giorni in una clinica psichiatrica".

Vista la mala parata, Polanski era eroicamente scappato rifugiandosi ora in Franca ora in Polonia. Fino ai nostri giorni, quando commette l'imprudenza di mettere piede in Svizzera per ritirare un premio, e la polizia svizzera trova finalmente l'occasione per eseguire il mandato di cattura internazionale.

Apriti cielo, come si permette la polizia di arrestare uno di loro ? E allora tutti a strillare, a firmare appelli in nome della libertà (libertà di fare cosa ?).

Qui il testo dell'appello in lingua originale e in inglese.
Qui il blog del suo promotore, con decine di commenti.

E infine qui c'è l'elenco dei firmatari, tra i quali i nostri Asia Argento, Marco Bellocchio, Monica Bellucci, Giuseppe Bertolucci , Gianluca Farinell, Mario Martone, Mario Monicelli, Michele Placido, Ettore Scola, Paolo Sorrentino, Giuseppe Tornatore.

[Aggiunto il 2.10.2009]
L'interessante punto di vista di Luca Sofri è che Polanski non andava messo in galera
- perché è anziano,
- perché è passato tanto tempo dai fattacci,
- e perché l'unica titolata a parlare sarebbe la vittima, che ha dichiarato pubblicamente di ritenere il regista ormai non più un pericolo per la società.

5 commenti:

Mik ha detto...

Si tratta di vario sinistrume in servizio permanente effettivo...

Antonio Lo Nardo ha detto...

Ma che mi dici ? Pure la Bellucci è 'na compagna ?

Mik ha detto...

Una che vive in Francia non me la conta giusta...

Virus ha detto...

Già, in Francia pure la Destra è di sinistra.

Anonimo ha detto...

Secondo me c'è la tendenza a pensare che chi ha un grande talento sia un grande uomo in tutto. Per questo si chiede a Totti cosa ne pensa di questo o di quello. Polanski è un grande regista e autore, ma non un grande uomo. Quantomeno non lo era in giovinezza. Ha fatto un sacco di cazzate, mica solo quella. Tutto qui.
Goku