martedì 22 giugno 2010

Addosso alla destra pedofila.

Sta circolando in rete e via mail un appello di questo tenore:

Si erano inventati un emendamento proprio carino.
Zitti zitti, nel disegno di legge sulle intercettazioni avevano infilato
l'emendamento 1.707, quello che introduceva il termine di "Violenza
sessuale di lieve entità" nei confronti di minori.
Firmatari, alcuni senatori di Pdl e Lega che proponevano l'abolizione
dell'obbligo di arresto in flagranza nei casi di violenza sessuale nei
confronti di minori, se - appunto - di "minore entità".


seguono i nomi dei senatori "pro-pedofili", additati al pubblico ludibrio. I blog si scatenano, le mail di indignazione si rincorrono.

Ora, sul fatto che il centrodestra stia arrecando gravi danni al nostro paese (secondo me) non ci piove. Ma arrivare a pensare che addirittura i senatori del PDL si diano da fare per aiutare i pedofili mi risulta davvero difficile.

Scava scava, qualcuno ha trovato una spiegazione ragionevole dei fatti: questo post del blog di Mantellini e, per chi vuole addentrarsi nel giuridichese, questo commento.

24 commenti:

Mik ha detto...

E' una norma salva-preti, forse.

Antonio Lo Nardo ha detto...

No Mik, stavolta l'intento non era così malefico.
Volevano modificare la normativa in modo da evitare che gli atti sessuali tra minori, entrambi consenzienti, fossero puniti, ma non con il carcere.
Poi, visti gli equivoci che stavano venendo fuori, hanno rimandato il tutto ad un momento più tranquillo.

Mik ha detto...

Depenalizzare l'incesto. La proposta shock è della senatrice radicale del Pd Donatella Poretti, che chiede l'abrogazione degli articoli 564 e 565 del Codice penale sui reati contro la morale della famiglia. "Due articoli inutili dal momento che dal 1996 la violenza sessuale è divenuta un reato contro la persona, e non più contro la morale" e che "creano una confusione tra peccato e reato, tipica di Stati confessionali e non laici come il nostro".

Antonio Lo Nardo ha detto...

Che la senatrice intenda depenalizzare l'incesto è una fesseria che hai copincollato senza pensarci più di tanto (proprio come coloro che inoltrano la mail di cui parlo nel post).

Angelo ha detto...

Parlando di cose serie, riguardo ai danni che l'attuale governo sta arrecando alla nostra società,proprio ieri abbiamo saputo quel che segue.

Per effetto dei tagli alla Scuola elementare pubblica, l'anno prossimo le prime e le seconde avranno tre ore di lezione in meno a settimana (si passa da 30 a 27 ore).

Ad essere "tagliate" saranno un'ora di Italiano, un'ora di Matematica (che scende a 4 ore) ed un'ora di Educazione alla legalità (che scende a zero, tanto nell'Italia delle libertà a che serve?)

Dall'anno successivo ci sarà un'ulteriore riduzione di tre ore settimanali (si passerà a 24 ore).

Questi tagli sono precedenti alla manovra economica attualmente in discussione, e si aggiungono ai tagli agli insegnanti di sostegno, dunque il futuro che dobbiamo aspettarci è ancora peggiore.

E' arrivato il momento di mandarlo a casa, con ogni mezzo.

Antonio Lo Nardo ha detto...

Si potrebbe quasi pensare che gli affari delle cricche, i legittimi impedimenti degli pseudo ministri, etc. servano a riempire i giornali antiberlusconiani in modo da dare poco spazio a notizie come questa che hai riportato.
Un paradosso, lo so.

Mik ha detto...

Non mi pare di scrivere fesserie, Antonio:

Art. 564
Incesto
Chiunque, in modo che ne derivi pubblico scandalo, commette incesto con un
discendente o un ascendente, o con un affine in linea retta, ovvero con
una sorella o un fratello, e’ punito con la reclusione da uno a cinque
anni.
La pena e’ della reclusione da due a otto anni nel caso di relazione
incestuosa.
Nei casi preveduti dalle disposizioni precedenti, se l’incesto e’ commesso
da persona maggiore di eta’, con persona minore degli anni diciotto, la
pena e’ aumentata per la persona maggiorenne.
La condanna pronunciata contro il genitore importa la perdita della
potesta’ dei genitori o della tutela legale.

Art. 565
Attentati alla morale familiare commessi col mezzo della
stampa periodica
Chiunque nella cronaca dei giornali o di altri scritti periodici, nei
disegni che ad essa si riferiscono, ovvero nelle inserzioni fatte a scopo
di pubblicita’ sugli stessi giornali o scritti, espone o mette in rilievo
circostanze tali da offendere la morale familiare, e’ punito con la multa
da lire duecentomila a un milione.

Possiamo discutere forse dell'inutilità del 565, ma eliminando il 564 si lascerà strada libera a quanti vorranno affermare di aver avuto rapporti sessuali con i propri figli come forma di amore, di libero amore anzi, di libera espressione dei propri sentimenti più profondi... (non a caso, la senatrice sottolinea : "incesto come forma di abuso sessuale, come costrizione fisica o psicologica a compiere, o subire atti contro la propria volonta'").
Del resto, cosa ci si può aspettare di buono da un partito che difende pedofili e drogati e che cerca di imporre la propria morale sessuale priva di limiti?

PS: non mi permetterei mai di dire che scrivi fesserie, al limite direi di essere in disaccordo.

Mik ha detto...

Quanto al mandarlo a casa, se l'alternativa è il centrosinistra altrettanto difensore della casta e dei privilegi, o il Di Pietro "truffatore", stiamo freschi.

Antonio Lo Nardo ha detto...

Caro Mik, a tutti, anche alle persone di qualità (come te) capita di scrivere fesserie. Chissà quante ne ho dette e scritte io (che non sono chissà che).
Prendi per esempio Sciascia e la sua infelice uscita sui "professionisti dell'antimafia". Quella fu, a mio giudizio, una fesseria perché concentrava l'attenzione su un aspetto, certo esistente (il carrierismo degli antimafiosi), ma marginale rispetto al terribile problema della mafia. Certo lui, dall'alto del suo intelletto, aveva le carte in regola per fare un ragionamento del genere, ma non renne conto delle pelose strumentaliZazioni successive (Sgarbi & co.).

Tornando all'oggetti della tua citazione, è sufficiente dare un'occhiata al blog della senatrice per leggere la ratio della proposta.
La violenza sui minori in famiglia è già punita dalla legge sulla violenza sessuale, che prevede aggravanti nei casi in cui siano coinvolti minori e, per la prima volta, concepì il reato di violenza sessuale come reato CONTRO LA PERSONA.
Le norme che si vogliono cancellare invece intendono l'incesto come reato CONTRO LA MORALE (fanno riferimento a concetti come il pubblico scandalo), e posssono venire invocate dai difensori dei "violentatori" quando una violenza, consumata in famiglia, non ha provocato "pubblico scandalo".
Come si può vedere, l'iniziativa della senatrice è CONTRO i pedofili e a maggior tutela delle vittime.

Antonio Lo Nardo ha detto...

Caro Mik, a tutti, anche alle persone di qualità (come te) capita di scrivere fesserie. Chissà quante ne ho dette e scritte io (che non sono chissà che).
Prendi per esempio Sciascia e la sua infelice uscita sui "professionisti dell'antimafia". Quella fu, a mio giudizio, una fesseria perché concentrava l'attenzione su un aspetto, certo esistente (il carrierismo degli antimafiosi), ma marginale rispetto al terribile problema della mafia. Certo lui, dall'alto del suo intelletto, aveva le carte in regola per fare un ragionamento del genere, ma non renne conto delle pelose strumentaliZazioni successive (Sgarbi & co.).

Tornando all'oggetti della tua citazione, è sufficiente dare un'occhiata al blog della senatrice per leggere la ratio della proposta.
La violenza sui minori in famiglia è già punita dalla legge sulla violenza sessuale, che prevede aggravanti nei casi in cui siano coinvolti minori e, per la prima volta, concepì il reato di violenza sessuale come reato CONTRO LA PERSONA.
Le norme che si vogliono cancellare invece intendono l'incesto come reato CONTRO LA MORALE (fanno riferimento a concetti come il pubblico scandalo), e posssono venire invocate dai difensori dei "violentatori" quando una violenza, consumata in famiglia, non ha provocato "pubblico scandalo".
Come si può vedere, l'iniziativa della senatrice è CONTRO i pedofili e a maggior tutela delle vittime.

Mik ha detto...

Per mia deformazione mentale, continuo a non nutrire fiducia verso chi intende depenalizzare l'incesto facendolo ricadere genericamente sotto la violenza sessuale, a patto che ci sia costrizione, ovviamente, e che il minore non sia consenziente... tutto qua.

Mik ha detto...

E francamente non credo che l'orientamento attuale consenta che solo perchè una violenza avviene tra le mura domestiche essa debba essere in qualche maniera considerata alla stregua di un peccato veniale (laicamente parlando).

Angelo ha detto...

Non c'è peggior sordo di chi non vuole leggere!

Il barone rampante ha detto...

Che fine a fatto lìuomo insolubile?
Rapito dagli alieni?

Antonio Lo Nardo ha detto...

Sì, è riuscito a mettersi in salvo proprio mentre quelli stavano per demolire la terra per fare passare un'autostrada integalattica.

Mik ha detto...

Lo trovate qui:
http://darepondusidoneafumo.blogspot.com/

Antonio Lo Nardo ha detto...

Un altro trasloco ? Ma perché ?

Mik ha detto...

Per sfuggire agli alieni, no?

Angelo ha detto...

GDF?
(=Galactical Developers Finders)

Mik ha detto...

Antonio, puoi aggiornare il link?
Grazie.

Mik ha detto...

No Angelo, fuggo dagli UFO (Ufficiali Fiscali Organizzati).

Antonio Lo Nardo ha detto...

Certamente, Mik. Ma devo trovare il momento giusto per sedermi al pc casalingo.
Con l'iPhone queste operazioni di manutenzione straordinaria sono un calvario.

Antonio Lo Nardo ha detto...

Ok fatto.

Mik ha detto...

Grazie Antonio!