martedì 28 ottobre 2008

Che brutto ambiente.

In questi giorni si sta sviluppando il contrasto tra Italia ed UE sul rispetto dei parametri ambientali da parte delle industrie e del Paese nel suo complesso.

Ma nel concreto le nostre città sono inquinate? Se non vi bastano naso ed occhi in dotazione, Legambiente ha presentato il rapporto annuale "Ecosistema Urbano", un lavoro complesso, basato su dati del 2007, che viene sintetizzato in una classifica finale costruita sulla base di numerosi indicatori.

Palermo si trova al 98esimo posto (su 103) e arretra di 9 posizioni rispetto all'anno precedente. Tutte le città del Mezzogiorno rimangono nella parte bassa
della classifica. La migliore performance viene registrata da CAGLIARI: 35esimo posto ed al quinto posto tra le grandi citta', in salita di ben 17 posizioni rispetto all'edizione precedente. Sarà un caso?

Una sintesi si può trovare qui. Il rapporto completo si trova qui

(il post è di Angelo)

7 commenti:

Angelo ha detto...

"Tra una settimana potremo scegliere un'economia che ricompensa il lavoro e crea nuovi posti di lavoro alimentando il benessere dal basso verso l'alto. Tra una settimana potremo scegliere di investire nell'assistenza sanitaria per le nostre famiglie, potremo scegliere l'educazione per i nostri figli, e fonti di energia rinnovabile per il nostro futuro. Tra una settimana potremo scegliere la speranza invece della paura, l'unità al posto della divisione, la promessa di cambiamento piuttosto che il potere dello status quo." (Barack Obama)

N.B.: "FONTI DI ENERGIA RINNOVABILE PER IL NOSTRO FUTURO"

Virus ha detto...

Ma il post è su Palermo che si trova al 103° posto o su Cagliari al 35°?
(il cordone non si è ancora spezzato)

Antonio Lo Nardo ha detto...

No. In effetti non si è ancora spezzato.
Dal punto di vista dell'ambiente (e non solo) qui a Palermo ce la sognamo una qualità della vita paragonabile a quella dei nostri amici sardi.

Angelo ha detto...

Il dato di fatto è che Palermo scende e Cagliari sale.

Tra l'altro, l'analisi di Legambiente evidenzia che in generale si vive meglio nelle città "medie" (come Cagliari), tant'è che ai primi posti ci sono Belluno e Siena.

Inoltre, Legambiente afferma che in Italia ci sono ottime competenze ambientali in tutti i settori analizzati. Ma sono sparpagliate nelle diverse città (ciascuna città ha "best practice" in un particolare settore).

In altre parole, se si mettessero insieme le varie competenze locali (Stefania, dove sei?), si potrebbe fare una politica ambientale cittadina "ideale".

Il contrario della "devolution" o "federalismo" o "come-lo-chiamano".

Mik ha detto...

Scusate, a che ora ci si vede domani?

Antonio Lo Nardo ha detto...

Mik. Io avrei qualche problema domani a pranzo. Ci puoi chiamare in ufficio domattina ? Non dovresti avere difficoltà a sapere il numero.
Oppure, mi pare, hai il mio num. di cellulare.

Mik ha detto...

nessun problema, possiamo rinviare tranquillamente, tanto fino alla prox settimana sono a Palermo, poi espatrio.