venerdì 30 gennaio 2009

Come non si fa un marciapiede.


Vi ricordate? L'estate scorsa si discuteva sull'estetica dei nuovi marciapiedi di via Ruggero Settimo a Palermo, sui materiali utilizzati, ecc.

Con le abbondanti piogge di quest'inverno, è arrivato il momento di una valutazione "funzionale". Come mostra la foto, in corrispondenza degli attraversamenti pedonali non sembrano esserci nuove caditoie, pur essendo stati allargati i marciapiedi. Si creano, quindi, enormi pozzanghere che costringono i pedoni a complicate acrobazie. L'acqua ristagna anche nei giorni successivi, perché non ha modo di essere eliminata se non con l'evaporazione.

Nel suo piccolo, si tratta di un "indicatore non misurabile", come li ha definiti il presidente Obama nel suo discorso d'insediamento. Indica che quest'opera non è stata progettata per migliorare la vita della comunità, ma soltanto (frettolosamente) per spendere dei soldi.

(by Angelo)

2 commenti:

Angelo ha detto...

Caro Josh:
Ecco una piscina comunale scoperta e pienamente accessibile!

Mik ha detto...

E non avete visto le piscine che abbiamo qui a Milano: http://leformicheelettriche.blogspot.com/2009/02/piscine-milano.html