mercoledì 7 gennaio 2009

Le priorità del nostro Sindaco.

La grande Stefania Petix è tornata su Rosalio, con un post assolutamente da leggere sull'ennesimo spreco clientelare del Comune di Palermo.

Nel momento in cui il Comune non ha i soldi per l'assistenza ai poveri e le aziende municipalizzate forniscono servizi pessimi con deficit sempre più alti, ecco che il Sindaco ritiene che il problema più urgente da risolvere sia quello dell'immagine e decide di creare una nuova rivista su Palermo, con annesso programmino televisivo stile "Opinion leader". Il tutto alla modica cifra di 324.000 euro, concessi senza alcun bando pubblico.

Per chi fosse curioso di leggere tutta la storia, ecco il link.

A tal proposito, a partire da giorno 11 gennaio, per un mese, Leoluca Orlando e l'Italia dei valori raccoglieranno le firme per chiedere al Sindaco di dimettersi. Firmiamo, o continuiamo a sopportare?

(post by josh71)

7 commenti:

Angelo ha detto...

Mitica! Come sempre. A me piace molto lo stile di scrittura (un po' meno quello a video).Oltre ai contenuti, naturalmente.

Avevo notato una proliferazione di riviste in carta patinata (già le due che conoscevo mi sembravano troppe). Ubi maior...

La ciliegina sulla torta, come risulta chiaro dall'indagine della Petix, è che queste riviste o non si trovano o vengono date in omaggio in contesti incongrui.

Angelo ha detto...

P.S.: Dove si firma?

Josh71 ha detto...

Credo che giorno 11 si darà avvio alle firme in piazza Castelnuovo, mentre nei giorni successivi sarà possibile firmare anche negli altri quartieri.

Riprendendo il tuo primo commento, più che "ubi maior" direi "ubi mayor", dove mayor in inglese (ma che te lo dico a fare) significa sindaco.

Antonio Lo Nardo ha detto...

Bellissima questa: Ubi mayor!
Quasi quasi cambierei il titolo di questo post.

Mik ha detto...

A questo punto, ubi mayor (est?): cioè tradotto per gli amici settentrionali, unn'è 'u sinnaco?

Antonio Lo Nardo ha detto...

E si torna a:
http://www.myspace.com/cercasicammarata

Dieghito C. ha detto...

Si, bravi, bravi!
Ridete alle mie spalle!

Maaa...
RIDE BENE CHI RIDE SEMPRE!