lunedì 2 novembre 2009

Non lasciate le auto incustodite.

Un'auto dei polizia municipale si ferma, in doppia fila, lungo una strada molto trafficata di Palermo. Ne scendono tre vigilesse in divisa, con un'aria da angeli sterminatori. Effettivamente in città corre voce che, tra tutti i vigili urbani, le donne sono le più inflessibili.

Sono molte le auto parcheggiate in divieto di sosta. Mentre le vigilesse compilano verbali su verbali, dal bar poco distante arriva trafelato un grasso signore, con un tovagliolo di carta accartocciato in mano.

- "Ma che, mi ha fatto già il verbale ?"

- "No, ancora no. La sposti."

Morale: a Palermo è concesso posteggiare in divieto di sosta, a condizione di essere pronti a spostare temporaneamente l'auto nel caso in cui si presentino gli agenti della polizia municipale.

8 commenti:

Mik ha detto...

Guardala così: la vigilessa ha voluto puntare sulla riconoscenza del grassone, che memore dell'insegnamento, la prossima volta, prima di mangiare un vassoio di arancine, posteggerà la vettura tra gli appositi spazi, per non dare intralcio agli altri.

Antonio Lo Nardo ha detto...

Seeeeeeeee...

GGuardi ha detto...

Vi siete trovati a fare la fila per colpa delle auto posteggiate davanti il bar Massaro?Da quelle parti i vigili non passano mai

Anonimo ha detto...

I nostri concittadini sono una vergogna,che li multini pure e senza pietà.

Antonio Lo Nardo ha detto...

E' l'Italia delle Libertà, bellezza.

Angelo ha detto...

Proprio ieri, nei pressi della scuola di mio figlio, ho assistito al diverbio tra un poliziotto e due giovani in bmw station wagon(marito e moglie), parcheggiati in zona rimozione anti bomba.

Il poliziotto (in borghese ed evidentemente facente parte di una scorta) diceva: "Glielo spiego io com'è la cosa! Lei qui non ci può parcheggiare neanche un minuto, perché c'è il divieto DI FERMATA!"

Il marito rispondeva: "Intanto lei sta parlando a due cittadini palermitani. E poi io sto andando solo a prendere mia figlia a scuola".

Domanda: è nato prima l'uovo o la gallina?

Antonio Lo Nardo ha detto...

Ah ah.
Mitica quella dei "cittadini palermitani", ovviamente calcando sulla seconda parola.

Mik ha detto...

E certo, mica sono degli immigrati qualsiasi, senza nessun diritto... vuoi vedere che votano anche PD?
E poi lo sanno tutti: un'infrazione breve o piccola non è un'infrazione.