martedì 14 luglio 2009

Quante volte arriva lo spazzino.

Se lo spazzino passa una o più volte al giorno a pulire la via davanti casa vostra, significa che vi trovate in una di quelle 900 zone classificate dal Comune di Palermo come "aree sensibili" dove, sulla base della convenzione (e degli allegati tecnici) con l'azienda municipalizzata per la raccolta dei rifiuti (Amia), il servizio di spazzamento "viene reso con frequenza giornaliera o maggiore". In tutto il resto della città sono "assicurati, comunque, adeguati interventi di pulizia, tali da garantire livelli igienici soddisfacenti".

Nella convenzione non si dice quali siano queste aree sensibili. Sarebbe interessante ricostruirne l'elenco semplicemente osservando la frequenza degli "spazzamenti". Se qualcuno conosce luoghi dove lo spazzino si fa vivo con frequenza giornaliera, è pregato di segnalarlo.

13 commenti:

Angelo ha detto...

"Se lo spazzino passa una o più volte al giorno a pulire la via davanti casa vostra, significa che... " non siete a Palermo!

josh71 ha detto...

Come già raccontato dal vivo ad Antonio, ho appreso da un funzionario dell'AMIA di vivere in una di queste 900 zone in cui lo spazzamento dovrebbe avvenire almeno una volta al giorno, poiché nella mia strada sono presenti scuole e uffici pubblici. Lo spazzino, però, lo vediamo appena una volta al mese, quando va bene. Vi assicuro che non sto esagerando, ho verificato l'effettiva frequenza della pulizia della strada in cui abito, calendario alla mano. E non abito allo ZEN, come si potrebbe immaginare, ma in una zona residenziale non distante dal centro.

Antonio Lo Nardo ha detto...

Io già me lo immagino, in una assolata mattinata di luglio, josh71 in balcone sulla sdraio a fare finta di leggere il giornale di Sicilia, che in realtà aspetta lo spazzino per annotarselo sul suo bel taccuino...

Angelo ha detto...

Vado a memoria (non tengo taccuino...) e vi posso assicurare che all'epoca del contratto in questione (2001 - ultimi fuochi dell'amministrazione Orlando) il centro storico veniva pulito due volte al giorno (cassonetti + spazzatrice con spazzino nelle strade principali).

Josh71 ha detto...

In realtà difficilmente vedo lo spazzino al lavoro dal mio balcone, ma mi accorgo di quando passa. Infatti negli altri 29 giorni del mese la sporcizia che si accumula ai bordi della strada è tale che quando finalmente lo spazzino si decide a passare risulta evidente.

Mik ha detto...

La verità è che voi palermitani siete degli ingrasciatoni: se voi non sporcaste, non sarebbe necessario l'intervento dello spazzino.
Di cosa vi lamentate?

Josh71 ha detto...

Oggi è passato lo spazzino! Erano le 7:30 del mattino, stavo andando al lavoro e, come una visione, ecco lo spazzino che cercava di ripulire la strada dove vivo. Certo, non gli veniva proprio benissimo, dato che nel frattempo parlava al telefonino. Ma non possiamo pretendere troppo. Ad ogni modo, segnamoci questa data: 24 luglio. Temo che il turno di agosto salterà per le doverose ferie, quindi la prossima segnalazione potrebbe arrivare a settembre.

Antonio Lo Nardo ha detto...

Come fai a essere sicuro che lo spazzino non passi mentre tu non sei lì. Getti una cartaccia e controlli che non sia stata rimossa ?

Josh71 ha detto...

Caro Antonio, la risposta alla tua domanda era già contenuta in un mio commento precedente, di cui faccio copia e incolla qui di seguito.
"In realtà difficilmente vedo lo spazzino al lavoro ... ma mi accorgo di quando passa. Infatti negli altri 29 giorni del mese la sporcizia che si accumula ai bordi della strada è tale che quando finalmente lo spazzino si decide a passare risulta evidente."
Aggiungo ora che, se passa e non me ne accorgo vuol dire che passa senza lavorare, dato che il livello di cartacce e sporcizia non viene intaccato dal suo presunto lavoro. Soltanto una volta al mese a un passaggio dello spazzino corrisponde una maggiore pulizia della strada.

Josh71 ha detto...

E sempre a proposito di spazzini, si legge oggi sul giornale che il 10 per cento degli operatori di Amia Esseemme (spazzamento manuale) ha ricevuto richiami o sanzioni da parte dell'azienda per non aver svolto il lavoro previsto. Inoltre vi segnalo che sul sito www.amiaessemme.it si può verificare, per ogni strada, quando è prevista la presenza dello spazzino. Ho provato e in effetti c'è scritto l'orario di passaggio (se al mattino o al pomeriggio); peccato che non si specifichi la frequenza: potrebbe passare ogni giorno o anche una volta al mese. E' anche possibile inviare una e-mail per segnalare la qualità del servizio ricevuto nella propria strada ed eventuali commenti. Ovviamente ho già provveduto a farlo. Credo che domani troverò lo spazzino ad attendermi con la ramazza in mano ... pronto a tirarmela in testa.

Antonio Lo Nardo ha detto...

Ottimo contributo!

Mik ha detto...

E farà pure bene a lanciarti anche la paletta: perchè non impariamo a farci i fatti nostri? Se un onesto lavoratore ha voglia di imboscarsi o di lavorare il meno possibile, chi siamo noi per dire che ha fatto bene o ha fatto male?
Chi siamo noi per ergerci a giudici?
Siamo forse zenza peccato?
O siamo forse senza paletta?

Josh71 ha detto...

Sono stato smentito. Lo spazzino non ha saltato il turno per le ferie di agosto, anzi, ha anticipato il suo passaggio! Oggi, 18 agosto, dopo sole tre settimane e mezzo dall'ultimo avvistamento, è tornato a pulire nella strada dove abito. A questo punto l'Amia, mostrando questa grande efficienza, si è proprio guadagnata l'approvazione del raddoppio dell'addizionale Irpef a suo favore!