giovedì 2 luglio 2009

Magic bill.


Sincronizzato mentalmente con Mik.

8 commenti:

Valentina ha detto...

Non so se sia più inquietante il conto o il logo

Mik ha detto...

Ma il tag "magic italy" te l'ho ispirato io?

Mik ha detto...

http://leformicheelettriche.blogspot.com/2009/07/magic-italy.html

Stavolta chiamo direttamente la Corte Prostituzionale e li faccio pronunciare in merito...

Antonio Lo Nardo ha detto...

Sinceramente no.
Ma a questo punto la faccio completa: copio il tuo post e glielo incollo sotto !

:-)

Ciao.

Mik ha detto...

Ma va là!
Non ritirerò la mia richiesta di danni morali e materiali.
Voi comunisti fate sempre così: lanciate accuse alla gente per bene e poi fate finta di nulla.
E' il solito canovaccio stalinista che vi insegnavano alle Frattocchie e con cui vi esercitavate in sezione e alle feste dell'Unità.

Angelo ha detto...

Quella dello "spennamento" del turista non è una novità, nè si limita ai ristoranti.

Avete mai notato, a Palermo, i vigili urbani che fermano (e multano, e prelevano) auto con targa "d'oltrestretto"?

Magic!

Angelo ha detto...

Come avrete già capito, mi piacciono le freddure satiriche di Spinoza.it (ci mettiamo un bannerino?). Eccone una in tema e due fuori, ma bellissime:

Turisti giapponesi denunciano ristorante romano per un conto da 695 euro. Molto più di quel che avevano pagato per comprare la fontana di Trevi.

Pensionato spara al pc. È Achille Occhetto.

Stoccolma, lesbica eletta vescovo. Lutero è mio e lo gestisco io.

Angelo ha detto...

A Palermo c'è tutto un micro(?)-cosmo dedito allo "spennamento" dei turisti che scendono dalle navi da crociera.

Proprio quelli che hanno più possibilità di fare confronti perché ogni giorno visitano una diversa città del Mediterraneo: Palermo, Barcellona, Tunisi, etc, etc.

Il giornalista Gabriele Isman ha fatto la prova:
http://ricerca.repubblica.it/repubblica/archivio/repubblica/2009/07/03/un-americano-palermo-fra-taxi-oro.html